Il rientro a casa dopo il parto: quello che le donne non dicono   Il rientro a casa dopo il parto è un grandioso nuovo inizio. Un figlio, una mamma e un papà sono appena nati e dovranno imparare a condividere la quotidianità. Una grande gioia, certo, ma anche una più ampia gamma di sentimenti,…

Sing me to life… Cantare in gravidanza

Il suono,  in modo particolare  la voce della madre, è uno dei primi fondamentali contatti che il bambino ancora in utero ha con il mondo. Ancor prima che si sviluppi l’udito il suono viene comunque già percepito dal feto sotto forma di vibrazione. I suoni del corpo materno lo ‘massaggiano’ e gli preannunciano l’esistenza di un…

Se una donna non assomiglia a una dea durante il parto, allora qualcuno non la sta trattando bene. (Ina May Gaskin)

    Stare accanto ad una donna che partorisce è un colmare finalizzato allo svuotamento, è contemplazione empatica della Forza, è rispettosa custodia del Mistero. Le energie in campo sono forti e possono suonare contraddittorie, possono stordire… ma ad uno sguardo più attento si scopre che nella contraddizione si nasconde la perfezione del piano della Natura ed esserne testimoni…

La vera differenza tra un’ostetrica e un dottore

Condivido questo articolo auspicando di vedere la figura dell’ostetrica finalmente riconosciuta e affermata in tutta la sua importanza, dotata della dovuta autonomia e pienamente dedicata al benessere delle donne. “La vera differenza tra un medico e un’ostetrica non è solo e non tanto in quello che sanno fare. È in quello che volevano fare da grandi.” Sorgente: La…

Il tuo corpo non è un limone

“Siamo l’unica specie di mammiferi che dubita della propria abilità nel partorire. […] Io dico alle donne: il tuo corpo non è un limone (da cui spremere un’anguria n.d.t.). Tu non sei una macchina. Il Creatore non è un meccanico sbadato. I corpi umani femminili hanno lo stesso potenziale di partorire bene dei corpi delle femmine…

il meraviglioso Michel Odent

“Di solito sostengo che le donne incinte non dovrebbero leggere libri sulla gravidanza e il parto. Il loro tempo è troppo prezioso. Esse dovrebbero, piuttosto, guardare la luna e cantare per il loro bambino nel grembo materno.” (Michel Odent)